Chiesa della Colleggiata

Indirizzo: Via Etnea 3, Catania

Intitolata a Maria Santissima dell’Elemosina, e solo successivamente nel 1446 denominata Collegiata, è una delle più belle chiese della città. L’edificio venne eretto nei primi del Settecento, dopo il disastroso terremoto del 1693 su progetto di Angelo Italia, che ne cambio il prospetto proiettandolo sull’attuale via Etnea. La facciata, opera di Stefano Ittar, rappresenta il meglio del tardo barocco catanese, per la raffinatezza delle decorazioni, dei dettagli e delle modanature. L’interno ha tre navate riccamente decorate e separate da otto pilastri, e tre absidi: vi sono custodite grandi tele che raffigurano S. Euplio e S. Apollonia e un Martirio di S. Agata. In fondo alla navata destra è posta la cappella dell’Immacolata con la statua della Madonna. Il presbiterio è un coro ligneo formato da 36 stalli, qui sono conservate due opere di Giuseppe Sciuti, di cui una raffigura l’antica Maria Santissima dell’Elemosina. Allo Sciuti sono anche attribuiti gli affreschi delle volte e del transetto. Nella navata sinistra, l’abside contiene la Cappella del Santissimo Sacramento; seguono tre altari con tele di santi. La chiesa, infine, possiede uno stupendo organo dorato, con intagli del Settecento.